"Percuotendo la tavola con leggerezza posso valutare la facilità di propagazione delle onde sonore sia in senso longitudinale che trasversale, facendo scorrere le dita sento quella che potrebbe essere la sua “voce”.
Fra le mie mani posso testare elasticità e perfezione nella “tessitura” delle fibre."

Tutte le lavorazioni sono eseguite presso il mio Atelier.

Seguendo la mia esperienza ed il mio istinto, sviluppo ogni progetto disegnandone i particolari a seconda del tipo di suono che intendo ottenere.

Pianifico spessori ed incatenature e scelgo con cura le essenze da abbinare per fondo e fasce per avere il giusto equilibrio ed esaltare la voce calda e seducente dello strumento donandole potenza e sustain.

La mia produzione è centrata principalmente nella costruzione di chitarre seguendo i canoni delle tradiziona spagnola (Linea Classica) e  del Lattice-Bracing (Linea Moderna). Eseguo anche riparazioni e copie di strumenti antichi.  

Sto sviluppando una mia personale interpretazione del lattice-brace ed a richiesta posso costruire con tastiera rialzata.

Il suono che creo è caldo, potente e fluente con bassi profondi e cantini vellutati, la proiezione è ottima ma mai ricercata a scapito della bellezza, chiarezza e cantabilità.

Costruisco anche su ordinazione, il cliente, con il mio supporto, può scegliere il tipo di suono, diapason, materiali e decorazioni, per uno strumento davvero unico e speciale.

Per il corpo posso scegliere fra Palissandro indiano, Madagascare e Brasiliano (tutti con certificato CITES), ziricote, acero o pioppo marezzato.

Per i piani armonici uso abete rosso (picea albies) proveniente dalle foreste del Latemar stagionato 40 anni oppure cedro rosso americano (thuja plicata).

Manico in Mogano Kaja, o cedrela odorosa (CITES) e tastiera rigorosamente in ebano Africano, per il ponticello, eseguito con 12 fori, preferisco il Palissandro indiano.

La rosetta è fatta a mano ed è in tre differenti versioni di mio disegno.

Gli incollaggi di raggere, catene e ponte sono eseguiti sotto vuoto per il minor stress dei materiali.

La verniciatura è a gomma lacca con applicazione a tampone che esalta la voce e la bellezza del legno.

Costruisco strumenti con diapason 650 mm e 640 mm usando diverse plantille.

Effettuo verifiche, di tipo scientifico, per determinarne la qualità, seguite anche da una valutazione manuale tradizionale.

Curo con particolare attenzione l’ergonomicità, dedico molto tempo per ottenere un manico equilibrato in raggiatura e spessore che stanchi poco la mano. Un tacco che permetta di arrivare agevolmente alle posizioni più alte ed eventualmente una tastiera rialzata.

Tutti i miei strumenti hanno un “action” confortevole e la possibilità di correggerla in altezza a seconda del tipo di tocco a cui il chitarrista è abituato. 

Effettuo verifiche, di tipo scientifico, per determinarne la qualità, seguite anche da una valutazione manuale tradizionale.